L’azienda italiana di abbigliamento Calzedonia investirà in Etiopia

8 Dicembre 2014 10:47 a.m. Calzedonia, un produttore di abbigliamento italiano, intende effettuare investimenti in Etiopia intravedendo ampie opportunità e un enorme potenziale per l'industria tessile e non solo.

Il Presidente di Calzedonia, Sandro Veronesi, durante la sua visita in Etiopia, ha tenuto un incontro con il Ministro Etiope degli Affari Esteri, Dawano Kedir. L’incontro che si è rivelato proficuo in quanto ha consentito all’azienda italiana di identificare i vantaggi e le condizioni di investimento nel paese. Dopo i colloqui con il Ministro, il presidente di Calzedonia Sandro Veronesi, da parte sua, ha detto che questa è stata la sua seconda visita in Etiopia

Vogliono creare una fabbrica per la produzione di abbigliamento da notte in grado di impiegare circa due o tre mila persone. La società pensa di poter avviare l'investimento entro il prossimo anno. Al momento stanno valutando la posizione più appropriata e le condizioni adeguate allo stabilimento. La compagnia si aspetta di aprire anche la sua prima filiale entro il prossimo anno a Mekele nel Tigray.

Calzedonia è diffusa in tutto il mondo: Italia, Austria, Cipro, Croazia, Repubblica Ceca, Grecia, Ungheria, Messico, Polonia, Portogallo, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Turchia, Francia, Macedonia, Montenegro, Regno Unito, Repubblica slovacca, Romania, Germania e Belgio.

Il successo di Calzedonia è il risultato della vasta gamma di prodotti, la particolare attenzione prestata alla moda, il rapporto qualità-prezzo imbattibile.

Etiopia: Haile Mariam a colloquio con i delegati italiani

28 agosto 2014. Il Primo Ministro Haile Mariam Desalegn ha tenuto colloqui con una delegazione italiana composta dai rappresentanti di 25 grandi aziende e da funzionari di governo. Ha discusso con i delegati in materia di investimenti e commercio. Il premier ha chiamato i delegati italiani ad investire in Etiopia indirizzandoli su agro industria, agricoltura, infrastrutture e turismo. Commentando l’evento, l'Ambasciatore italiano in Etiopia, S.E.Giuseppe Mistretta, ha evidenziato che alcune società hanno già iniziato a investire in Etiopia. Ha aggiunto che prevede di incoraggiare gli investitori interessati ad orientarsi verso agro-business, lavorazione delle pelli, prodotti in pelle e industrie manifatturiere in Etiopia. Inoltre, ha preso atto che le relazioni commerciali tra i due paesi ha registrato una forte crescita negli ultimi tre anni ma, considerando la relazione diplomatica di lunga data, è ancora bassa.

Fonte: Ethiopian News Agency